Profumi Perris Montecarlo

Perris Montecarlo Profumi

Storia di Perris Montecarlo

Quando nella ricerca di qualcosa di diverso ci si spinge troppo oltre, il rischio è di perdere di vista il punto di origine, la motivazione di fondo. Negli ultimi decenni è successo così nel mondo della profumeria: da un’attenta ricerca e selezione delle materie prime naturali si è passati alla praticità delle fragranze sintetizzate in laboratorio, dall’ingrediente principe che dà carattere a un profumo si è optato per mix eclettici che puntano sull’attitudine mainstream delle moderne formulazioni. La passione ha ceduto il posto alla convenienza, l’esclusività alla serialità. Lungi dal rappresentare il tratto distintivo unico e assoluto di un marchio e di chi lo sceglie, il profumo è diventato una scelta dettata sempre più dalle mode del momento, fino a perdere gradatamente quell’idea originaria di ricercatezza, qualità, stile.

Ad agire in controtendenza rispetto a questo modus operandi, sono i profumi di Perris Monte Carlo etichetta fondata nel 2012 con l’obiettivo di ritornare alla vera arte della profumeria, concentrandosi sulla creazione del profumo stesso piuttosto che sul marketing o sul nome del brand.

Missione di Perris Monte Carlo

Missione di Gian Luca Perris, direttore creativo e fondatore di Perris Monte Carlo, è infatti quella di creare fragranze uniche, intrecciando ricerca delle migliori materie prime provenienti da tutto il mondo e lavorandole poi con innovazione e modernità, sempre rimanendo fedeli alla tradizione.

Ingredienti naturali di elevata qualità, metodi di estrazione sapienti, formule semplici e raffinate, create con un perfetto equilibrio fra tradizione e innovazione. Perris Monte Carlo inaugura una nuova era dell’arte della profumeria. Che guarda al passato e rilancia la passione per le fragranze esclusive.

Dal fascino del Vietnam alle seduzioni dell’Arabia Saudita. Dai fiori dell’Africa fino ai richiami sensuali della Cina. Dai sentori speziati dell’America alle note agrumate tutte Italiane. Non resta che chiudere gli occhi e iniziare il viaggio. Il profumo ha un potere impressionante. È capace di riaccendere la memoria facendo riaffiorare alla mente ricordi nitidi di un momento speciale oppure di una persona cara. Così come l’abbraccio perfetto di note floreali, accordi più o meno dolci e accenti agrumati, riesce a solleticare le narici dell’immaginazione spingendola verso luoghi lontani, misteriosi, mai visti prima. In fondo, a ben pensarci, il segreto di queste sensazioni sta tutto lì, nella scelta oculata di quegli ingredienti che siano capaci di creare la ricetta inebriante perfetta. Quella che sappia parlare della terra da cui sono stati estratti, evocandone la storia, il fascino, e conducendo chi sceglie la fragranza a intraprendere un viaggio emozionale unico. È proprio su queste basi che Perris Monte Carlo ha fondato il suo amore per il mondo della profumeria. La storica azienda di profumi, proprietà di famiglia, infatti, vanta una lunga tradizione e una forte esperienza nella ricerca delle materie prime di qualità, cuore di formulazioni autentiche, che vogliono essere riflesso del mondo e della sua variegata ricchezza.

Collezione Perris Monte Carlo

È per questo che le collezioni proposte tracciano l’itinerario di un viaggio intorno al mondo, alla ricerca di quegli ingredienti speciali, nobili, infusi in creazioni prestigiose. Si inizia dalla magnificenza del Vietnam, con la fragranza Oud Imperial. Il suo cuore è dato dall’Oud, ingrediente ottenuto dalla resina profumata trovata nel cuore della corteccia degli alberi della famiglia Aquilaria. Celebrato come uno degli oli essenziali boisé più preziosi, come il suo Boisè D’Oud, dove la sua composizione evoca profumi di legni scuri e una sensualità allo stesso tempo grezza e sofisticata. Si continua con l’eleganza dell’Arabia Saudita, in particolare Taif, dove cresce la Rosa Damascena, considerata gemma rara e preziosa. Fiore attraente e magnetico, il suo profumo ricco e sofisticato inebria i sensi. Per questo è diventata ingrediente star della inebriante Rose de Taif. Il viaggio continua verso il continente africano, esattamente al largo del Madagascar, sull’isola di Nosy Be, conosciuta anche come l’«isola profumata» per via dell’intenso aroma dei fiori di Ylang Ylang che riempie l’aria. Da questa terra sono nate ben due creazioni, Patchouli Nosy Be, che esalta il patchouli per le sue proprietà olfattive uniche sviluppate nonostante un clima ostile, e Ylang Ylang Nosy Be. Questa fragranza racchiude la migliore delle qualità di questo fiore trovate sull’isola perché è più intensa, complessa e ricorda fiori bianchi quali tuberosa, e gelsomino. A richiamare il viaggiatore è la forza dell’Osmanto. Siamo in Cina, dove i fiori di questa pianta fioriscono in primavera e in autunno riempiendo la valle di Guilin con un profumo da sogno. Per 2000 anni il suo aroma di albicocche ha stregato più di una vittima. E adesso è cuore dell’audace e sensuale fragranza Absolue d’Osmanthe. Dalla Cina alle isole del Pacifico il passo è breve se è il Sandalo a tracciare la scia. Ingrediente ormai in via d’estinzione, è protagonista dell’elisir Santal du Pacifique, le cui note legnose, calde e vellutate si intrecciano a note fiorite che ne esaltano il lato dolce e inebriante. Abbandonato l’Oriente, il viaggio continua alla volta dell’America. Prima con il fiore degli Aztechi, la Tuberosa, scaltra e oscura creatura della notte, romantica e spietata al tempo stesso affascina con il suo carattere voluttuoso nella Tubereuse Absolue; poi con il cacao degli Aztechi, i primi a scoprirlo e a conoscerne le proprietà uniche, oggi infuse nella fragranza Cacao Aztèque, dall’aroma penetrante che dà dipendenza. 

Il viaggio continua in Italia, con una collezione, la Italy Collection, che è tributo alle eccellenze e agli ingredienti genuini, agrumati, del nostro Paese. Attraverso le mie precedenti creazioni ho parlato di tutto il mondo; mi faceva piacere presentare adesso l’Italia e le sue eccellenze», rivela Gianluca Perris. 

I profumi Bergamotto di Calabria , il Mandarino di Sicilial’Arancia di Sicilia e il Cedro di Diamante costituiscono probabilmente il progetto più ambizioso e impegnativo su cui ci siamo messi alla prova. Lo abbiamo portato avanti insieme all’azienda Capua di Reggio Calabria, che vanta una ricchissima tradizione nella produzione di olio essenziale agrumario e rappresenta un’eccellenza sul fronte della ricerca e dell’innovazione tecnologica. Tecnicamente un lavoro molto difficile, poiché l’estrazione del Bergamotto, in particolare, è effettuata a mano. Se ne ricava un olio essenziale dalle molteplici sfaccettature, una fragranza fra le più utilizzate in profumeria, ma che è anche la più volatile e pertanto difficilissima da fissare.

Il risultato è una mirabile formulazione raggiunta dopo mesi di tentativi, modifiche e aggiustamenti che fa di questi profumi dedicati alle eccellenze del Sud Italia – un nuovo punto di riferimento per chi ricerca fragranze innovative, distintive, audaci e raffinate. 

scelto uno dei grandi protagonisti di questa grandeur  per la sue ultime due preziosissime creazioni: Rose de Mai e Jasmin de Pays: « A Grasse ci sarebbe l’imbarazzo della scelta per il ruolo da protagonista di questo progetto! Per me il più iconico dei nostri tempi, al di sopra di qualsiasi confine, è Jean Claude Ellena, artisticamente originario di Grasse ».  cit. Gian Luca Perris.

Prodotto aggiunto alla lista