Profumi Simone Andreoli da Donna

I migliori profumi Simone Andreoli da donna

Nonostante tutte le fragranze di Simone Andreoli si possano classificare come unisex, è indubbio che le note olfattive prevalenti in alcune formule incontrino con più successo il gusto di molte signore. E’ inutile: quando entrano in gioco la gradevolezza della vaniglia, la nota floreale romantica dell’ylang ylang, la dolcezza dello zucchero, l’espressione del viso si rilassa e si lascia cullare, quasi in stato di beatitudine.

E’ il caso di Don’t Ask me Permission, fragranza orientale fruttata gourmand in cui le suddette materie si fondono in un nettare divino cui si aggiungono il velluto della pesca e il profumo del frutto della passione su un fondo di muschio bianco e sandalo, letteralmente una deflagrazione di sensualità. D’altra parte, la fragranza è ispirata all’edonismo della città di Rio de Janeiro con tutte le forme di piacere che un luogo simile sa infondere: ve lo immaginate? La potenza di irresistibile di una formula simile?

E se ci scostiamo appena un po’ verso la spiaggia, un altro profumo che parla la lingua dell’estate è Malibu, amato dalle ragazze con la voglia di mare nello sguardo durante tutto l’anno: note di cocco e lime, zuccherate al punto giusto e avvolte nel rum inebriano i sensi tra le risate di un aperitivo sulla sabbia e il suono della risacca in sottofondo.

E per un cocktail al cocco, ananas e vaniglia, altro notevole successo di pubblico si ritrova in Leisure in Paradise, viaggio olfattivo gourmand dall’envol tropicale riecheggiante immagini paradisiache sulle spiagge dei Caraibi, su cui abbandonarsi nel più totale relax.

Prodotto aggiunto alla lista